BioxTutti: il campo delle donne di Koubri

Bio x Tutti ovvero 17.200 mq di terra coltivata con metodi naturali e biologici. E’ il campo gestito a Koubri, un villaggio a pochi km dalla capitale Ouagadougou, dalle 20 donne del Groupement Feminin Watinoma  che, con il coordinamento dell’associazione Watinoma e il contributo di Fondazioni for Africa Burkina Fasostanno dimostrando alla comunità che produrre biologico fa bene e rende!

Tutto è iniziato nel 2015 dall’incontro tra Fondazioni for Africa Burkina Faso e da Watinoma, associazione creata nel 2004 a Villasanta da migranti burkinabè e da italiani, e dalla comune certezza che l’agricoltura biologica potesse essere il mezzo per migliorare le condizioni di vita delle famiglie, ma anche per creare un sentimento di comunità e coesione capace di guardare al futuro. L’entusiasmo e l’impegno delle donne del villaggio hanno fatto il resto.

Oggi il campo di Koubri, irrigato grazie a una pompa a energia solare, produce mais, riso, arachidi, fagioli, basilico, insalata, peperoni, spinaci, melanzane di diversi tipi, ma anche nuove varietà di patate e pomodori.  “Diversifichiamo le produzioni – racconta Ilboudo Clarisse, segretaria del Groupement - perché alternare le colture nutre la terra e migliora l’alimentazione e la nutrizione delle nostre famiglie e anche perché vogliamo rispondere alla domanda dei consumatori.”

Bio x Tutti ora punta a diventare un vero e proprio marchio di qualità. Per far conoscere e promuovere i loro prodotti, oltre alla partecipazione a fiere e mercati regionali e nazionali, le donne di Koubri incontrano i consumatori spostandosi grazie a un banco mobile su tre ruote messo a disposizione dal progetto. Affiancate da esperti e da Watinoma le donne di Koubri stanno, infatti, lavorando per creare una rete di vendita diretta al consumatore, evitando così la speculazione degli intermediari.

Il banco mobile delle donne di Koubri

Il banco mobile delle donne di Koubri

“Ancora abbiamo tanta strada da fare – concludeIlboudo Clarisse – ma i risultati ci danno fiducia.” Grazie alla vendita dei prodotti le donne hanno oggi un reddito aggiuntivo che utilizzano per le spese per la famiglia e i figli e che reinvestono nel campo.

In queste ultime settimane, stanno lavorando con CNABIO il Consiglio Nazionale dell’Agricoltura Biologia in Burkina Faso per l’ottenimento della certificazione bio dei loro prodotti del campo di Watinoma.